Schiettezza

“Is est orator, qui de omni quaestione pulchre et ornate et ad persuadendum apte dicere pro dignitate rerum, ad utilitatem temporum, cum uoluptate audientium possit.”
“Oratore è colui che su ogni questione può parlare in modo raffinato e ricco e idoneo a convincere in rapporto alla dignità degli argomenti, per l’interesse delle circostanze, con il piacere di chi lo ascolta” (Dialogus de Oratoribus, attr. Tacito, 30, 5).
Le idee e i valori durano oltre le generazioni, anche se cambiano e si aggiornano. Le persone no. Qui sta per me la causa prima della crisi delle grandi democrazie occidentali: troppo culto dell’immagine, troppi protagonismi, troppe primedonne; e valori in cantina. Con i valori si litigava duramente e qualche volta si passava anche il segno, ma si cresceva e ci si sentiva forti; con i valori si convinceva e si serviva il proprio tempo, se rapportati ai fatti; con il culto delle persone si fanno inciuci e affari, forse si litiga meno, ma non si cresce e ci sente sempre più deboli.
E non va bene. Non va affatto bene così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: